Marco Ambrogio | Vigilare sull’approvvigionamento idrico abusivo in città

Come di consueto, con l’arrivo della bella stagione e di conseguenza con la coltivazione dei tanti orti urbani, le riserve idriche cittadine vengono prosciugate.
È da qualche giorno infatti che parte della città, specie la zone a sud e delle frazioni rimangono coi rubinetti a secco e pare proprio che la causa sia da addebitare a chi, col prezioso liquido, invece di farne uso domestico provvede ad irrigare i propri campi coltivati.
Per carità, in una società che, globalizzata guarda di buon occhio alle coltivazioni Bio, nulla di male, ma altra cosa è irrigare i campi con l’acqua potabile che invece dovrebbe soddisfare le utenze domestiche e commerciali della città.
Tra l’altro, pare esserci un problema ancora più delicato quello cioè degli allacci abusivi da parte di chi irriga i campi, eludendo i contatori comunali.
Per tutto ciò lunedì mattina chiederemo un incontro in commissione Lavori Pubblici con dirigenti ed assessori, alla presenza del comandante dei Vigili Urbani dove proporremo di mettere in campo una vera task force del nucleo decoro urbano della Polizia Municipale, che tra l’altro sta mettendo a segno grandi operazioni nel campo della salvaguardia territoriale, e che anche in questo ambito può far si che il problema dell’approvvigionamento idrico nella nostra città venga arginato.